Angelo Pandolfini - Bandierai e Musici di Castel San Barnaba - Sbandieratori del Mugello

Vai ai contenuti

Menu principale:

Angelo Pandolfini

Vessilli

Angelo Pandolfini

Angelo Pandolfini

Vicario nel 1434

Giannozzo eius filii, 1445

Caroli eius fratris, 1459

Priore di Giannozzo, 1484

Filippo, 1563

Pietro di Filippo di Giannozzo, 1584

Le antiche origini della famiglia risalgono a ser Pandolfino di Rinuccino
di Signa, membro del consiglio degli anziani del comune nel 1252. La prima diramazione della famiglia ha origine dai figli di Agnolo di Filippo (1363-1446), Carlo (1394-1470) e Giannozzo (1396-1456).

Giannozzo fu molto vicino a Cosimo il Vecchio del quale fu tenace sostenitore; tra le molte missioni diplomatiche delle quali fu incaricato si ricorda quella condotta a Napoli ( 1450)  per le trattative di pace col re Alfonso, e in seguito alla quale ottenne il titolo  di “cavaliere a speron d’oro” e il privilegio di inserire nello stemma di famiglia il vaso con le tre viole rosse, simbolo del re d’Aragona.
Dai vari figli di Giannozzo si originarono altrettanti rami della famiglia; dai diversi figli di Giannozzo si originarono altrettanti rami della famiglia. Il primogenito Jacopo (1443-1502), insieme al figlio Battista (1491) e al nipote Filippo (1497-1559) furono di forte fede repubblicana, e Filippo fu tra i difensori di Firenze nel 1530 e in seguito  all’avvento del principato fu costretto all’esilio.
Pier Filippo ultimogenito di Giannozzo, ricoprì fin da giovane molte cariche pubbliche e fece parte della magistratura dei Dieci di Guerra; si distinse soprattutto nelle numerose missioni diplomatiche delle quali fu incaricato da Lorenzo il Magnifico. In seguito ad una missione diplomatica (1492) condotta presso il papa Alessandro VI ottenne dal papa il titolo di cavaliere.
Fra i figli di Pier  Filippo merita di essere ricordato Francesco (1466-1520), eletto nel 1499 a far parte dei Priori e dei Dodici Buonuomini, fra il 1505 e 1507 dimorò in Francia presso Luigi XII come ambasciatore residente. Tornato a Firenze ricoprì molte  cariche  nel governo della città.
Il figlio Pier Filippo (1502-1560) insignito del commissariato di Pistoia nel 1550 e del comando generale delle bande granducali nel 1555, fu il primo dei Pandolfini nel 1548 ad essere nominato senatore  , carica che nel 1594  venne ricoperta anche dal figlio Priore (1532-1602).
Uno dei figli di questo, Pier Filippo (1570-1622) fu commissario di Volterra, Cortona e Arezzo e vestì per primo l’abito dei Cavalieri di S. Stefano. Quest’ultimo ramo dei Pandolfini si estinse nella seconda metà del XIX sec.

Ricerca effettuata dalla
Prof.ssa Giuseppina Carla Romby
Docente di Storia dell‘Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze


 
Torna ai contenuti | Torna al menu